Globalismo Affettivo

Il “Globalismo Affettivo”, ideato dal maestro barese Vito De Lillo, è un metodo scientificamente approvato che mira, attraverso l’uso delle tecnologie e la dimensione fantastica, all’apprendimento della lettura e della scrittura.
La particolarità dell’innovazione didattica realizzata dal Globalismo Affettivo consiste nell’aver rinforzato l’utilizzo delle tecnologie nella Scuola dell’Infanzia, riuscendo concretamente a collegarle e ad armonizzarle col mondo del fantastico, dell’immaginario e della creatività del bambino.
Mentre con i racconti delle lettere, l’ascolto, la rielaborazione e la drammatizzazione dei personaggi i bambini hanno modo di dare sfogo alla loro fantasia ed immaginazione, con l’ausilio del computer si riesce a condurli in quel mondo fantastico, riproponendo loro i momenti vissuti intensamente con i compagni e con l’insegnante, ma in un diverso habitat e con altri linguaggi, quelli appunto della multimedialità.
I bambini di tutte le fasce d’età delle sezioni C e D della Scuola dell’Infanzia “Milla Ricci” accompagnati dalle docenti titolari e di sostegno a partire dal mese di Novembre 2015 e dopo la specifica formazione, hanno intrapreso il lungo viaggio nel Mondo delle lettere.
Tale percorso   terminerà alla fine dell’anno scolastico con una rappresentazione che sarà considerata una verifica finale del lavoro svolto.
Come in tutte le più belle e celebri fiabe che hanno appassionato e che tutt’ora appassionano grandi e piccini, ogni racconto proposto dal Globalismo affettivo parte da un contesto fantastico.
Ogni lettera ha una sua storia, ma se esiste una storia, ai bambini bisogna spiegare che certamente esiste un mondo da dove essa proviene e questo è appunto IL MONDO DELLE LETTERE, un posto meraviglioso.
In questo mondo incantato tutte le lettere vivono felici e in grande armonia, si vogliono bene e sono consapevoli che dovranno essere sempre unite tra loro.
Le lettere nascono grazie alla magia di un personaggio fiabesco che appassiona, affascina e suscita grande curiosità nei bambini, la FATINA LETTERINA.
I bambini hanno la possibilità attraverso i racconti narrati di poter vedere la Fatina Letterina arrivare in mezzo a loro (grazie al travestimento di una insegnante) e divenire con lei i protagonisti che permetteranno alle lettere di nascere.
Mentre la Fatina Letterina con la sua magia concorre alla nascita delle lettere, il COMPUTERAIO trascina, coinvolge e sorprende i bambini con il computer.
Esso diventa uno strumento per mostrare concretamente il Mondo delle Lettere perché anima le storie che daranno vita e forma alle singole lettere.
Il metodo del Globalismo Affettivo prevede alcune fasi: l’attesa, la pesatura e la bevitura, il racconto e coinvolgimento, la comunicazione gestuale e verbale, la scrittura nell’aria, i riferimenti vocali della scrittura nell’aria, il passaggio dalla fantasia alla tecnologia, le lettere amiche e la scuola attraente, il fonematico del globalismo affettivo, Il gioco del robot (la lettura dei suoni e con i suoni), il laboratorio grafico-pittorico e artigianale.